Esperienze di catering con Rotary Club Mantova alla Corte Virgiliana

Rotary Club Mantova; Bigattera; For.Ma; agricoltura sociale

Questo mese vi raccontiamo i retroscena dell’evento che ha impegnato professori e allievi dando la possibilità di apprendere sul campo cosa si può realizzare a partire dai prodotti della terra, fino ad arrivare al servizio in tavola. Un’occasione imperdibile, oltre che di grande soddisfazione. Il team del centro Polivalente Bigattera, insieme agli allievi del campus estivo, ha trascorso le giornate in laboratorio professionale di cucina e in campo aperto per organizzare un catering su richiesta della presidentessa del Rotary Club Mantova Cristina Bonaglia.

Il 4 luglio 2017 il Centro Polivalente Bigattera è stato protagonista di un’esperienza ad alto valore formativo. Immersi nella cornice dell’antica Corte Virgiliana, a Pietole, ha organizzato il servizio di catering per l’evento estivo del Rotary Club Mantova il cui tema era conoscere l’agricoltura sociale.

Rotary Club Mantova; Bigattera; For.Ma; agricoltura socialeGli allievi del campus estivo sono partiti dalle basi: hanno studiato e predisposto il menu per gli ospiti, hanno recuperato i prodotti della terra dai nostri orti didattici e hanno costruito un piano di lavoro per cucinare, invasare, inscatolare, gratinare, farcire. Ultimo passaggio: predisporre gli alimenti per il trasporto sul luogo dell’evento. Dalla A alla Z, gli allievi hanno seguito tutti i passaggi della filiera che riguarda l’organizzazione di eventi gastronomici.

Coordinati dai professori Luca, Roberta, Orietta, Alessio, da Valeria e dalla responsabile Albertina, gli allievi si sono raccontati con l’agire pratico agli ospiti della serata che hanno potuto vedere coi loro occhi cosa vuol dire fare agricoltura sociale e come l’intero percorso educativo parta dai prodotti della terra, coltivati in serra e in campo, poi raccolti, preparati e cucinati fino ad arrivare all’impiattamento. Il senso della pratica dell’agricoltura sociale è qui: imparare facendo nel rispetto dei cicli delle stagioni e nella prospettiva dell’inclusione sociale che accoglie tutti.

Sul tavolo dell’aperitivo, all’esterno della villa, nella cornice del parco illuminato al tramonto, sono stati proposti giardiniera, e peperoncini piccanti ripieni con tonno e acciughe invasati dagli allievi durante il laboratorio di cucina professionale in Bigattera, insieme sono stati serviti fiori di zucca ripieni, pizzette di melanzane e pizza. Nessuna frittura, ma tecniche di cottura al forno per rendere i cibi più gustosi e digeribili.

Rotary Club Mantova; Bigattera; For.Ma; agricoltura socialeAll’interno della villa, dopo i saluti ufficiali della presidente del Rotary Club Mantova Cristina Bonaglia, il direttore di For.Ma Andrea Scappi ha illustrato il progetto agricoltura sociale, dagli interventi a livello territoriale con il Centro Polivalente Bigattera e Agricoltura Sociale Mantova, fino ad arrivare a livello nazionale con l’esperienza di Agricoltura Sociale Lombardia e terminando con  un excursus sulle attività di accoglienza e scambio con i partner europei. In particolare quest’anno la Bigattera ha ospitato tre percorsi didattici per allievi in Erasmus da Szentendre, in Ungheria.

In cucina gli allievi hanno potuto sperimentare quanto appreso in laboratorio di cucina, organizzati in piccoli gruppi.  Nelle settimane precedenti i professori e gli allievi hanno studiato insieme il menu, prevedendo una scelta di primi, secondi e dessert. Piatti dal sapore estivo, al centro dei quali dominavano gli ortaggi della Bigattera.

Rotary Club Mantova; Bigattera; For.Ma; agricoltura sociale

Come primi piatti gli allievi hanno servito lasagne con radicchio, lasagne con zucchine, tortelli ripieni con foglia di quercia e insalata estiva di cereali (riso integrale, farro e orzo) con verdure. Tra i secondi: quiche salate con verdure, frittate con verdure, involtini di zucchine e/o melanzane, verdure in scapece e pomodori gratinati

I dessert hanno risposto con freschezza alle alte temperature estive, semplici e leggeri:  panna cotta con mirtilli, torta di Lienz, parfait, crostata di frutta fresca e frutta fresca di stagione.

Rotary Club Mantova; Bigattera; For.Ma; agricoltura sociale

I professori: Luca, Roberta, Orietta, Alessio, Valeria e la responsabile Albertina coordinavano le attività e gli allievi per l’uscita dei piatti. Il menu realizzato spaziava dall’antipasto al dolce ed è stato realizzato pensando a valorizzare i prodotti che il Centro Polivalente Bigattera produce direttamente. Gli allievi hanno potuto rafforzare le competenze operative legate alla gestione del catering e dei servizi di cucina, ma hanno anche sperimentato come predisporre un menu, rispettando la stagionalità dei prodotti e l’armonia dei sapori.

Grazie agli allievi: Giulia, Arianna, Mattia, Daniel e Melissa.  Senza il vostro impegno, nulla sarebbe stato possibile.

Tutto è stato realizzato con amore e con impegno.

Volete realizzare un catering insieme alla Bigattera, valorizzando i prodotti tipici del territorio, la pratica educativa dell’#agricolturasociale e mandando un messaggio inclusivo e di solidarietà? Contattaci

Curiosi di sapere cosa produrremo quest’autunno? seguiteci su Facebook

Le pietanze cucinate vi hanno fatto venire l’acquolina? Venite ad acquistare i nostro ortaggi, contattaci

Rotary Club Mantova; Bigattera; For.Ma; agricoltura sociale Rotary Club Mantova; Bigattera; For.Ma; agricoltura sociale Rotary Club Mantova; Bigattera; For.Ma; agricoltura sociale Rotary Club Mantova; Bigattera; For.Ma; agricoltura sociale Rotary Club Mantova; Bigattera; For.Ma; agricoltura sociale Rotary Club Mantova; Bigattera; For.Ma; agricoltura sociale Rotary Club Mantova; Bigattera; For.Ma; agricoltura sociale Rotary Club Mantova; Bigattera; For.Ma; agricoltura sociale Rotary Club Mantova; Bigattera; For.Ma; agricoltura sociale Rotary Club Mantova; Bigattera; For.Ma; agricoltura sociale Rotary Club Mantova; Bigattera; For.Ma; agricoltura sociale Rotary Club Mantova; Bigattera; For.Ma; agricoltura sociale Rotary Club Mantova; Bigattera; For.Ma; agricoltura sociale Rotary Club Mantova; Bigattera; For.Ma; agricoltura sociale

@Chiara Delfini

20 giugno 2017 si inaugura la giornata del rifugiato con il laboratorio “RIFUGIA-TI NELL’ALBERO DELLA VITA”

Dal 2014 il Centro Polivalente Bigattera di #Mantova ha aperto le porte alle attività formative dedicate ai rifugiati nell’ambito del progetto Sprar ENEA Mantova.  Non c’era posto migliore di questo, per inaugurare la GIORNATA DEL RIFUGIATO, la serie di eventi dedicati al tema dei migranti. Promossa dal progetto Sprar ENEA, l’iniziativa terminerà a luglio. Ieri, all’aperto, nel prato fiorito, all’ombra di grandi alberi, la società cooperativa Il giardino dei Viandanti ha proposto il laboratorio “RIFUGIA-TI NELL’ALBERO DELLA VITA”.

P6200497.JPG

Dalle 10 alle 13 gli spazi esterni del Centro Polivalente Bigattera si sono trasformati in un’aula a cielo aperto per ospitare i venti anticipanti al laboratorio “RIFUGIA-TI NELL’ALBERO DELLA VITA”.  Gli allievi che seguono le attività in Bigattera e i rifugiati aderenti al progetto si sono riuniti in cerchio, all’ombra degli alberi e circondati dai suoni della natura. Dopo il discorso di benvenuto della coordinatrice della Bigattera Albertina Chirico e alla presenza del coordinatore del progetto Sprar ENEA, Jacopo Caropreso, la cooperativa Il Giardino dei Viandanti ha esplorato la dimensione del desiderio, del sogno nel rapporto tra uomo, natura e vita.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

I venti partecipanti, pur parlando lingue diverse, hanno usato il linguaggio visivo, dei disegni e dei colori, immaginandosi nella natura quale elemento vitale che circonda l’esistenza. I ragazzi hanno disegnato la propria mano, usando tutti i colori a disposizione e proprio in questo gesto diventa reale il legame tra la natura che li circonda e la vita che può stare simbolicamente in una mano. Prendono forma durante il laboratorio, come le dita della mano o i segni sul palmo, i desideri futuri e sogni di luoghi lontani.

Il laboratorio si è concluso con l’iniziativa di un allievo che, sapendo cucire, ha unito le mani disegnate in un unico disegno, facendolo diventare un abbraccio, nell’abbraccio della natura circostante. Il potere positivo dell’incontro e il legame con la missione dell’agricoltura sociale sta nell’aver acceso la relazione con l’altro, accogliendosi nel difficile viaggio verso l’inclusione e l’integrazione, pur nella differenza di sogni e desideri, immersi nella natura.

Fare #agricolturasociale significa anche scoprirsi benvenuti del mondo circondati dalla forza creatrice della natura, liberando sogni, desideri ed energie vitali.

di Chiara Delfini