Azienda agricola “Cencio Molle” – Articolo pubblicato su La Gazzetta di Mantova di giovedì 2 gennaio 2014 –

Delio Fuscati  - AZIENDA AGRICOLA CENCIO MOLLEAzienda agricola “Cencio Molle”, sperimentazione in agricoltura sociale avviata nell’ambito del nostro Progetto
Articolo pubblicato su La Gazzetta di Mantova di giovedì 2 gennaio 2014  –

Ecco l’orto che si rigenera «Opportunità per disabili».
Partita la sperimentazione dell’azienda agricola “Cencio Molle”. Tre ragazzi ritornano alla terra: l’obiettivo è inserire persone svantaggiate

Il sogno della 32enne Serena Speranzini, di Giovanni Massari (34) e Luigi Bertazzoli, il meno giovane dei tre con i suoi 39 anni, ha preso vita. Agricoltura sociale, ritorno alla terra con tanto di addio alla occupazioni precedenti, in poco più di due ettari di terreno, a Corte Maddalena, Curtatone. “Cencio molle” è una società agricola che ha come scopo l’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati.

Qui si coltivano gli ortaggi nel modo più naturale possibile, utilizzando i cosiddetti insetti utili e tenendo sott’occhio il risparmio idrico. La filosofia che i tre giovani mantovani stanno seguendo è quella della permacultura, una sintesi di ecologia, geografia, antropologia, sociologia e progettazione. Per chi non è esperto di agricoltura, banalizzando il concetto: creare coltivazioni che si sappiano rendere ma, soprattutto rigenerarsi anche senza l’intervento dell’uomo (o comunque con quest’ultimo ridotto al minimo). Perché il prodotto, come dicono Serena, Giovanni e Luigi, deve essere sano, buono, etico.

Il “cencio molle” (abutilon theophrasti medicus) è una pianta originaria dell’Asia ma ormai diffusa in gran parte d’Italia. Può raggiungere oltre un metro d’altezza ed è una tenace infestante dei campi per la quantità di semi che produce e per la capacità di propagarsi tramite gli ingranaggi dei mezzi agricoli. «Per il nostro modo di concepire l’agricoltura, basato sul rispetto dell’ambiente e della biodiversità, ci siamo chiesti se questa pianta, contro la quale vengono impiegati diserbanti e prodotti chimici a volontà, potesse in realtà avere una sua utilità e quale fosse, come per tutte le specie vegetali, il suo apporto nell’ecosistema – spiegano i tre ragazzi, che hanno costituito la società agricola pochi mesi fa – Abbiamo scoperto che il cencio molle facilita la cicatrizzazione delle ferite, è un antinfiammatorio e, come tisana, favorisce la digestione e la diuresi. In Cina da molti secoli se ne usano le fibre, robustissime, per creare corde, spaghi, reti da pesca, panni grezzi, carta. Sia i semi che le foglie sono fonte di cibo, soprattutto nella regione del Kashmir. Il cencio molle è dunque una metafora del nostro fare agricoltura sia a livello sociale che a livello ambientale». È ancora presto per capire se la scommessa dei tre ragazzi verrà vinta. L’azienda agricola sta muovendo i suoi primi passi. L’obiettivo è inserirsi nel circuito dei gruppi di acquisto, farsi conoscere anche attraverso il web, incrementare il flusso di consegne a domicilio.

Basta una telefonata.

info: contatta il Cencio Molle attraverso il nostro progetto, Agricoltura Sociale Mantova, https://agricolturasocialemantova.wordpress.comhttps://www.facebook.com/agricolturasocialemn – Centro Polivalente Bigattera Via dei Toscani 3, 46100 Mantova Telefono: 0376 381636  – E-mail: bigattera@libero.it

Visite di studio in Agricoltura Sociale, progetto Grundtvig (24/27 ottobre)

Schermata 2013-10-20 a 19.29.45

Dal 24 al 27 Ottobre 2013 AIAB Liguria ospiterà in regione e in Lombardia una nutrita delegazione europea venuta in Italia per visitare aziende e cooperative sociali e approfondire il contesto istituzionale e legislativo di riferimento, nell’ambito delle azioni previste dal progetto “The Good Seed- Linking Social Farming activities in Europe”.

Il partenariato di apprendimento Grundtvig, finanziato dalla U.E. per il periodo 2013-2015 nell’ambito del programma di apprendimento permanente LLP, mira:

  • allo scambio di buone pratiche di Agricoltura Sociale (AS) tra Italia, Repubblica Ceca, Portogallo e Germania
  • e allo sviluppo di attività di Rete che possano permettere la trasferibilità delle pratiche di AS da un Paese ad un altro.

Gli obiettivi saranno portati avanti attraverso delle visite di studio di agricoltori, tecnici, operatori sociali e agricoli che si muoveranno per le fattorie sociali europee delle nazioni coinvolte nel progetto e attraverso la realizzazione di un Network, implementato per stabilire una cooperazione fruttuosa tra i soggetti interessati e le istituzioni legate a differenti settori di intervento, agricolo/sanitario/sociale/del lavoro e interessate a includere le pratiche di AS all’interno dei propri programmi, a livello europeo, nazionale, regionale e locale.

Incontro realizzato da AIAB, Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica ( http://www.aiab.it ) in collaborazione con il Forum Nazionale Agricoltura Sociale ( http://www.forumagricolturasociale.it ).

Consulta il programma completo.

Atti e documentazione dell’incontro “Provincia e agricoltura sociale: servizi, proposte e interventi del Centro Polivalente Bigattera“

Schermata 2013-02-19 a 20.19.57Si è tenuto giovedì 14 febbraio 2013 l’incontro: “Provincia e agricoltura sociale: servizi, proposte e interventi del Centro Polivalente Bigattera“.

Paolo Galeotti, Presidente di Forma Formazione Mantova (agenzia speciale della Provincia di Mantova) ha evidenziato l’importanza del settore agricolo per il territorio mantovano. Ha posto in rilievo la sensibilità di distretti e piani di zona in azioni a sostegno di persone svantaggiate. Da questo scaturisce il progetto di valorizzare l’esperienza pluriennale maturata dal Centro Polivalente Bigattera per elaborare iniziative di agricoltura sociale. Si individuano tra gli attori coinvolti nel progetto: Comuni, il piano di zona, le Asl, le scuole, le cooperative e le imprese agricole. Nei destinatari si identificano cittadini, giovani, persone con svantaggio, aziende agricole. Scopo del progetto è quello di attivare realtà di agricoltura sociale, che approdino alla costituzione di impresa, prendendo come modello la realtà del centro polivalente Bigattera.

Scarica:

Video dell’incontro: prima parte relazione Chiricoseconda parte relazione Chirico.

Questo slideshow richiede JavaScript.

info: CENTRO POLIVALENTE BIGATTERA – via Toscani, n3 – Mantova. tel. 0376 381636 – Chiara Delfini, tel. 0376.432550