Centro Polivalente Bigattera Mantova – Campus estivo dell’agricoltura sociale (gratuito)

Il nostro Centro Polivalente Bigattera – For.Ma Azienda Speciale della Provincia di Mantova – promuove la seconda edizione di:

Campus Estivo dell’agricoltura sociale

DI COSA SI TRATTA – lo scopo del corso è quello di favorire un “primo approccio” con valenza orientativa alle attività agricole e agroalimentari. Si vuole introdurre i partecipanti alla conoscenza delle colture, dei prodotti agricoli, dei sistemi colturali, delle tecniche di lavorazione e delle attività di trasformazione dei prodotti agricoli. Le attività saranno svolte in collaborazione con i compagni di corso, utilizzando gli strumenti più appropriati ed osservando le necessarie norme di sicurezza. Il corso avrà natura quasi esclusivamente esperienziale-laboratoriale, potendo avvalersi delle strumentazioni e degli spazi attrezzati disponibili presso il Centro Polivalente Bigattera, nonché della collaborazione e del supporto del suo staff esperto.

DESTINATARI

  • studenti certificati del IV e V anno delle Scuole Superiori;
  • studenti certificati del II, III e IV anno dei CFP;
  • invalidi fisici, psichici o sensoriali con diploma o qualifica professionale
  • Al raggiungimento delle 15 iscrizioni il corso sarà aperto, per un massimo di 10 posti, anche a: invalidi fisici, psichici o sensoriali senza qualifica o diploma; inoccupati o disoccupati a partire dai 16 anni.

QUANDO – dal 17 giugno al 9 settembre 2015240 ore. E’ prevista una pausa dalle lezioni dal 10 al 19 agosto 2015. Durata: 240 ore, Le lezioni saranno articolate dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 13.
DOVE – Centro Polivalente Bigattera (Via dei Toscani 3, Mantova)
COSTO – Gratuito
ISCRIZIONI – E’ possibile iscriversi dal 21 maggio all’11 giugno 2015.

Tutti i dettagli < Brochure Campus Estivo Bigattera 2015

Info: Centro Polivalente Bigattera (dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 13.00) ai seguenti contatti: Tel. 0376 381636 – e-mail: bigattera@libero.it

Indagine Rete Rurale Nazionale “I giovani agricoltori e la formazione”

Schermata 2013-03-22 a 12.03.55I giovani agricoltori e la formazione: più continua, orientata al mercato e “smart”.

Un’indagine effettuata dalla Rete Rurale Nazionale sui fabbisogni di formazione dei giovani imprenditori agricoli rileva l’esigenza di:

  • strutturare un adeguato network post corsi professionalizzanti, per mantenere e far fruttare i contatti professionali acquisiti;
  • un interesse spiccato, oltre che per l’aggiornamento sulle tecniche e processi di produzione, per gli aspetti della commercializzazione dei prodotti e delle normative di settore.

Inoltre, i giovani optano per corsi o stage intensivi, brevi, di due o tre giorni, magari più frequenti.

L’indagine è stata condotta su un campione stratificato su base regionale di 800 imprenditori agricoli che hanno usufruito di un premio di primo insediamento sia nell’attuale programmazione (2007-2013), sia in quella passata (2000-2006). Ha riguardato sia i corsi “professionalizzanti”, previsti per i giovani privi della sufficiente esperienza in azienda (come richiesto dalla regolamentazione Comunitaria per l’accesso al premio di primo insediamento), sia altri momenti di formazione frequentati, sia infine l’interesse e la disponibilità ad un percorso di formazione continua.

In relazione agli argomenti trattati nei corsi, si evince con estrema chiarezza come quelli riguardanti gli aspetti normativi siano stati i più trattati, seguiti subito dagli argomenti riguardanti gli aspetti generali produttivi del settore vegetale e animale. Appare rilevante anche la percentuale di corsi con argomenti concernenti gli aspetti della Politica Agricola Comunitaria (PAC) che vedono però una dicotomia tra i corsi seguiti dagli insediati fino a cinque anni rispetto a quelli frequentati dagli insediati da più anni (con una percentuale del 38% rispetto al 27%). Importante è anche la parte che viene lasciata al tema della commercializzazione dei prodotti nonché all’aspetto delle innovazioni e dell’introduzione delle stesse nelle realtà agricole rurali.

Non sembrano invece sufficientemente trattati argomenti rilevanti per la gestione dell’impresa come quelli riguardanti il controllo di gestione e la gestione finanziaria dell’attività che costituiscono attualmente elementi chiave nel successo delle imprese soprattutto di quelle in fase di start-up.

Dal punto di vista delle aspettative per il futuro, appurato che due terzi dei giovani intervistati sarebbero interessati ad ulteriori attività formative, vorrebbero che queste avessero un’interazione non solo con il “sistema istituzionale della conoscenza” (enti di ricerca e trasferimento tecnologico), ma con altri agricoltori “esperti”, nel senso letterale della parola e cioè con chi ha affrontato già il problema, ne ha avuto esperienza e ne ha trovato soluzioni di successo che possono essere trasferite anche se con le dovute contestualizzazioni alla propria azienda.

.Scarica il documento.

info: Rete rurale nazionale 2007/2013 Youruralnet, la community dei giovani agricoltori- http://www.youruralnet.it