Agricoltura sociale – Ricerca studenti Corso di Laurea Educatore Professionale Mantova. Definizione

Ricerca a cura di Arianna Di Donato, Cecilia Marinelli, Ivica Matkovic, Nicole Tellini (studenti dell’Università degli Studi di Brescia – Facoltà di Medicina e Chirurgia – iscritti al II anno del Corso di Laurea Educatore Professionale Sanitario, sede di Mantova).  Maggio – Giugno 2012

Definizione di Agricoltura Sociale.

L’agricoltura sociale rappresenta un elemento di continuità nella tradizione agricola e rurale italiana, connotata da caratteri di accoglienza e inclusione sociale. L’agricoltura sociale può essere considerata una tradizione innovativa per tre aspetti:

1. le realtà produttive che hanno inserito nel loro contesto operativo servizi e attività sociali sono spesso inserite in un tessuto sociale fortemente coeso all’interno del quale riescono a costruire relazioni significative che consentono di rispondere allo stesso tempo alle richieste del mercato e a quelle della società civile;

2. l’agricoltura sociale consente di rileggere il ruolo multifunzionale dell’agricoltura in termini di maggiore responsabilità nei confronti della società;

3. la proposta di offrire luoghi e contesti di inclusione sociale, di benessere, di riabilitazione e cura offre al welfare italiano l’occasione di operare un cambiamento importante dal punto di vista dell’impianto generale e della tipologia dei servizi socio-sanitari.

Per avviare un’attività di agricoltura sociale è necessario avviare un intenso lavoro di relazione tra ASL, Comuni, scuole, famiglie, associazioni, gruppi di volontariato, imprese: l’agricoltura sociale richiede la collaborazione fattiva di più persone con bisogni, interessi, professionalità differenti. L’agricoltura sociale affonda le sue radici nei valori di solidarietà e di mutuo aiuto che da sempre caratterizzano il mondo rurale.

I soggetti interessati sono innanzitutto coloro che, provate da forme di disagio, pensano di trovare nelle attività agricole una chance per dare significato alla propria vita, per esempio persone con disabilità fisiche, psichiche o mentali, ex tossicodipendenti, detenuti o ex detenuti, donne che hanno subito violenza.

I due principali ambiti che vengono a incrociarsi nell’agricoltura sociale sono l’agricoltura e il servizio sociale. L’imprenditore agricolo, secondo il decreto legislativo n. 228/2001, è chi esercita almeno una delle seguenti attività: coltivazione del fondo, silvicoltura, allevamento di animali e attività connesse. Per attività connesse si intende attività esercitate dal medesimo imprenditore agricolo, dirette alla manipolazione, conservazione, trasformazione, commercializzazione e valorizzazione che abbiano ad oggetto prodotti ottenuti prevalentemente dalla coltivazione del fondi i del bosco o dall’allevamento di animali, nonché le attività dirette alla fornitura di beni o servizi mediante l’utilizzazione prevalente di attrezzature o risorse dell’azienda normalmente impiegate nell’attività agricola esercitata, ivi comprese le attività di valorizzazione del territorio e del patrimonio rurale e forestale, ovvero di ricezione e ospitalità come definite dalla legge.

La Conferenza dell’International Federation of Social Work, nel 2000 ha definito il servizio sociale professionale come promotore di cambiamento sociale, soluzione di problemi nelle relazioni umane, empowerment e liberazione delle persone al fine di migliorarne il benessere. Utilizzando conoscenze teoriche relative al comportamento umano e ai sistemi sociali, il Servizio Sociale interviene nelle situazioni in cui le persone interagiscono con il loro ambiente. Fondamentali sono i principi relativi ai diritti umani e alla giustizia sociale.

Agricoltura e Servizio Sociale devono avere il tempo necessario per frequentarsi, conoscersi e abituarsi a stare insieme, ma con la piena consapevolezza che le specificità non si possono annullare, ognuno deve continuare a fare il suo “mestiere” senza improvvisare competenze diverse da quelle possedute e dall’ascolto reciproco possono venire le soluzioni per integrare i diversi ambiti e le differenti discipline.

28 luglio 2012. La ricerca continua. Appuntamento a domani per un altro capitolo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...