Agricoltura sociale – Ricerca studenti Corso di Laurea Educatore Professionale Mantova. Agricoltura e psichiatria nell’800

Ricerca a cura di Arianna Di Donato, Cecilia Marinelli, Ivica Matkovic, Nicole Tellini (studenti dell’Università degli Studi di Brescia – Facoltà di Medicina e Chirurgia – iscritti al II anno del Corso di Laurea Educatore Professionale Sanitario, sede di Mantova). Maggio – Giugno 2012

Agricoltura e psichiatria nell’800

Alla fine del XVIII secolo Benjamin Rush, considerato uno dei padri della psichiatria americana, osservò che le persone con problemi psichiatrici ospedalizzate miglioravano se, nel caso degli uomini, venivano coinvolte in operazioni di giardinaggio in senso allargato e, se donne, collaboravano alle operazioni domestiche. Le persone di classi sociali superiori, che normalmente erano esonerate da compiti di questo genere, si spegnevano lentamente tra le pareti dell’ospedale. In seguito Rush confermò che un’attività manuale, in particolare a contatto con la terra e con la natura, aiuta il processo di guarigione.

In ancien regime, coloro che erano considerati infermi di mente venivano ricoverati negli ospedali civili e curati alla meno peggio e spesso finivano incatenati in qualche orrendo cronicario.

Nell’età dei Lumi la cura dei disturbi mentali venne assunta dal progetto illuministico di riforma dell’ospedale come percorso di “normalizzazione”, cioè di riconduzione del cosiddetto “alienato” alla razionalità e al senso comune. Il medico parigino Pinel nel 1793 si impegnò a definire l’ambizioso progetto di una ricomposizione istituzionale dell’esperienza umana alienata considerando il lavoro agricolo il mezzo più sicuro e più efficace per essere riportati alla ragione.

Ben presto centinaia di manicomi “riformati” vengono istituiti anche in Germania, Inghilterra e Stati Uniti.

26 luglio 2012. La ricerca continua.

Appuntamento a domani per un altro capitolo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...